Inizialmente ci sarebbero dovuti essere solo gli assessori Galasso e Tedesco per parlare del nuovo parco urbano, per quanto ne sappiamo, ma le voci dei residenti che abbiamo raccolto e la triste vicenda dell’ex tecnico Enel Saverio Lisco che ha perso la moglie 5 anni fa, devono aver convinto Antonio Decaro ad andare a Loseto. L’incontro, un giorno prima dell’annunciato flash mob di protesta organizzato per domani pomeriggio in via Sparano alle 18, è stato piuttosto serrato e vivace. Del resto non poteva essere altrimenti, i cittadini sono stanchi di promesse non mantenute, ora vogliono fatti.

Tanti i problemi da risolvere, uno su tutti, naturalmente, l’elettrodotto. Praticamente impossibile che possa essere interrato, ma così non si può più andare avanti. Di notte si sente l’aria che frigge, quando piove, raccontano i cittadini, si vedono le scintille sui cavi. L’ipotesi più plausibile, a detta dello stesso Decaro e dei tecnici competenti in materia, è quella dello spostamento, quanto sia praticabile è tutto da scoprire. L’operazione ha un costo stimato di 10-12 milioni di euro; considerando che in un anno Bari spende per opere pubbliche e manutenzione 35-38 milioni, si capisce subito la difficoltà a procedere.

Da qui l’impegno del sindaco, Decaro ha promesso al quartiere di avviare il dialogo con la società elettrica Terna, proprietaria dell’impianto, e nel frattempo cercare i finanziamenti per spostare i tralicci, anche procedendo a più riprese. Questioni economiche, certamente, ma anche la salute costa, e sono proprio gli abitanti di Loseto a ricordarlo. I rilievi dei campi elettromagnetici nelle abitazioni, seppur nei limiti di Legge, sono quattro volte superiori a quelli stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Quanto agli altri problemi, i lavori per il completamento della metropolitana procedono, seppur non si sa ancora quando saranno completati visto che la fine era prevista a ottobre 2015. Manca poco, dice l’amministrazione, vedremo. Il fabbisogno di sicurezza dovrebbe essere soddisfatto grazie alle nuove telecamere in arrivo in tutta Bari, anche a Loseto. Nel parco urbano in via completamento è già prevista la predisposizione della video sorveglianza, ma per realizzarla ci vorrà una gara a parte.

Altre promesse, dunque. Intanto il flash mob di sabato è confermato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here