Bari, servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei carabinieri: 4 arresti e sequestro di refurtiva e arnesi...

0
278
Si è concluso con 4 arresti in flagranza di reato, il recupero di refurtiva ed il sequestro di attrezzi per commettere reati un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato su disposizione del Comando Provinciale di Bari, nell’ambito di un più ampio programma finalizzato a prevenire e reprimere i reati predatori.

Palagiustizia, condannati a 1 anno e 10 mesi i costruttori Mininni

0
241
BARI – I fratelli Mininni, costruttori del Palagiustizia sito in via Nazariantz a Bari, sono stati condannati dal giudice monocratico del Tribunale del capoluogo Piero Silvestri, a un anno e dieci mesi di reclusione (pena sospesa). I due sono stati ritenuti colpevoli del reato di truffa ai danni del Comune, affittuario dell’immobile a prezzi esagerati, secondo quanto rilevato dall’accusa.

Bari, sbarcati al porto 127 immigrati in viaggio da giorni: 7 ricoveri

0
683
BARI – Non si arresta il flusso migratorio verso le coste pugliesi da parte di centinaia di extracomunitari provenienti prevalentemente dagli stati dell’Africa settentrionale e dal Medio Oriente. Nella notte appena trascorsa sono sbarcati al porto di Bari 127 migranti, per la maggior parte di nazionalità egiziana e palestinese, i quali viaggiavano da quasi una settimana a bordo di un precario peschereccio. Le operazioni di soccorso sono state compiute da alcune unità della Guardia di Finanza.

Ruvo di Puglia, a giudizio il ragazzo che disturbò il sonno di Vendola

0
198
RUVO DI PUGLIA – Voleva essere una “goliardata”, ma ora sarà il tribunale di Ruvo di Puglia a dover giudicare il giovane che aveva importunato il presidente della Regione Nichi Vendola. L’episodio, risalente alla notte del 30 dicembre 2010, si era consumato sotto casa del governatore pugliese, quando un gruppetto di ragazzi aveva svegliato, citofonando ripetutamente, il governatore.

Mola, sorpresi con 82 grammi di hashish: arrestati un 21enne e un 23enne

0
263
Sono stati sorpresi con 82 grammi di hashish. Si tratta di un 21enne e di un 23enne, entrambi incensurati di Mola di Bari, arrestati dai Carabinieri della locale Tenenza, con l’accusa per entrambi di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre per il primo anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Bari, sorpreso a spacciare hashish: arresto 48enne

0
237
E’ stato sorpreso in strada mentre spacciava 4 grammi di Hashish ad un 41enne. È quanto hanno scoperto a Bari i Carabinieri della Compagnia di Bari Centro che hanno arrestato il 48enne del luogo Cosimo Pica, noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Bitetto, evade dai domiciliari e tenta estorsione: arrestato 42enne

0
340
I Carabinieri della Stazione di Bitetto hanno arrestato il 42enne del luogo Pietro Rella, noto alle forze dell’ordine, con le accuse di evasione e tentata estorsione.

Bari, bimba di sei anni cade dalla scala mobile: è grave

0
278
Ha sei anni la bambina che questo pomeriggio, nel megastore Zara di Via Sparano, è caduta compiendo un volo di 10 metri, dopo che si era maldestramente affacciata dal ballatoio della scala mobile. La piccola è ricoverata in gravi condizioni, ma pare non sia in pericolo di vita.

Bari, rapina al distributore: emessa la motivazione della condanna per Balducci

2
334
BARI - Attraverso una ricostruzione di 26 pagine è giunta la motivazione della sentenza che il 3 aprile scorso ha condannato a 10 anni Enrico Balducci, ex consigliere regionale pugliese e gestore di un distributore di benzina a Palo del Colle, per i reati di omicidio volontario e lesioni personali.

Bari, false fatture per ricevere contributi all’editoria: truffa all’Erario da 4,3 milioni

0
171
BARI – Un’evasione fiscale di oltre 4,3 milioni di euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Monopoli a Castellana Grotte, in provincia di Bari. A seguito delle indagini condotte a carico di un’emittente televisiva, le fiamme gialle hanno trovato le fatture false, grazie alle quali le società a capo dell’evasione erano riuscite a ottenere i contributi pubblici.