Volo per Linate, «Rotto il monopolio di Alitalia»

Dal 14 novembre prossimo sarà possibile prenotare i voli diretti dall’aeroporto “Karol Wojtyla” per Linate che decollerà alle ore 09:20 durante la settimana lavorativa, mentre il sabato alle 09:00. Il ritorno sarà garantito alle 06:45 e alle 17:20

Durante la conferenza stampa di questa mattina all’aeroporto di Bari, l’assessore regionale alla Mobilità Guglielmo Minervini, ha dichiarato:

«È un’altra buona notizia che consolida e rafforza il trand di sviluppo aeroportuale e dilata la platea di compagnie che operano nel nostro sistema. Su Milano-Linate rompiamo il monopolio di Alitalia che comprimeva l’offerta tariffaria sullo scalo, a tutto vantaggio dei pendolari e del traffico business che si muove verso il capoluogo lombardo».

Daniele Leuzzi

“Expo incontra…Bari”, parla l’assessore Paparesta

Il tutto è finalizzato a valorizzare ed esaltare le bontà culinarie locali, considerate a livello mondiale come un esempio di alimentazione sana e  completa. A dare il via a “Expo…incontra Bari” sono stati il direttore affari istituzionali ed eventi di Expo 2015 Alberto Mina e l’assessore al Marketing territoriale Gianluca Paparesta, che abbiamo raggiunto per una breve intervista telefonica:

«Abbiamo portato la mostra in un teatro della città, il Margherita, per permettere ai cittadini di far parte di questo progetto. Le tematiche principali sono legate alla dieta mediterranea e alle problematiche relative all’acqua. Bari ospita una parte dell’esposizione universale in sostegno all’Expo 2015 che si terrà a Milano, dopo l’esposizione che è avvenuto la settimana scorsa all’interno dei padiglioni della Fiera del Levante 2011».

L’attenzione ora è tutta puntata sul livello di coinvolgimento culturale che ci sarà tra i cittadini del capoluogo pugliese, non sempre propensi a dare lustro a questo tipo di eventi:

«Spero che i cittadini baresi siano interessati a capire meglio le tematiche fondamentali legate alla tradizione culinaria mediterranea e alla preservazione dei beni primari. Inoltre alcune aziende Agroalimentari associate parteciperanno alla prossima edizione del Festival della Scienza che si terrà a Bari dal 21 al 25 settembre 2011 proprio all’interno del teatro Margherita».

 

Daniele Leuzzi

Caso escort, indagato procuratore Laudati

A rendere precaria la posizione di Laudati ci sono gli atti della Procura di Napoli, messi ieri a disposizione dei colleghi salentini. In un’intercettazione di Tarantini, risalente al 5 luglio scorso, si può sentire l’imprenditore dire a Lavitola:

«Quello a Nicola gli ha messo l’ansia…ha detto che è catastrofica…che il suo ruolo è fallito…perché lui era convinto, ti ricordi, di archiviarla».

Secondo i pm di Napoli, “Quello” sarebbe proprio Laudati,  che avrebbe cercato di favorire Tarantini, tentando di archiviare il fascicolo. Nel corso della stessa conversazione,  il “Reuccio” della sanità barese, parlando sempre con Lavitola dichiara:

«L’ha fatto apposta Laudati questo, perché, si sono messi d’accordo, nel momento in cui riaprono l’indagine e non mandano l’avviso di conclusione, non escono pubbl… non diventano pubbliche le intercettazioni».

Tirando le somme, secondo la Procura partenopea, Laudati avrebbe chiesto al legale di Tarantini, Nicola Quaranta, di patteggiare la pena del loro assistito per evitare di precipitare la posizione di Berlusconi.

Ora il fascicolo su Laudati è sul tavolo del procuratore capo di Lecce Cataldo Motta e del procuratore aggiunto Antonio De Donno. Intanto, ieri è stato ascoltato a Palazzo dei Marescialli, sede del CSM, Pino Scelsi. l’ex titolare dell’inchiesta barese su tarantini ha dichiarato di essere stato oggetto di indagini illegittime da parte del suo ex capo al solo scopo di intimidirlo, dal momento che, l’unica procura autorizzata a indagare sui fatti che coinvolgono i magistrati della corte d’appello di Bari, è proprio quella di Lecce.

Pasquale Amoruso

 

Modugno, disoccupato minaccia di darsi fuoco

Intorno alle 17, l’uomo si era recato in Municipio per denunciare le instabili condizioni di vita cui la mancanza di un’occupazione lo costringeva. Le sue parole di disperazione erano accompagnate dalla minaccia di svuotarsi addosso due bottiglie di liquido infiammabile che aveva portato con sé e subito dopo darsi fuoco.

Prima che però egli potesse compiere il folle gesto, sono intervenuti i carabinieri, i quali hanno arrestato il 31enne con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e porto illegale di materiale atto a offendere.

Si è detto che quello che è successo ieri pomeriggio non è un caso isolato: per quanto riguarda strettamente Modugno, ci fu un precedente la sera del 12 gennaio scorso, quando un disoccupato 55enne, con due figli a carico, si diede fuoco in piazza Sedile davanti a una marea di testimoni subito intervenuti in suo soccorso. L’uomo, anch’egli in difficoltà economica, si procurò ustioni su tutto il corpo.

Alessandra Morgese

“Cinema senza barriere”, appuntamento al Galleria con “Habemus Papam”

Ai non vedenti verrà distribuita una cuffia a raggi infrarossi da cui perviene un commento atto a descrivere luoghi, stati d’animo e modalità della ripresa. Per i non udenti, invece, ci sarà una specifica sottotitolazione con indicazioni relative ai rumori e ai suoni.

Per partecipare alla proiezione del film il costo del tagliando è di 3 euro. Qualora il disabile fosse accompagnato da una seconda persona, per l’accompagnatore l’accesso allo spettacolo è gratuito. Per i non vedenti è prevista, rivolgendosi ai numeri di telefono 080 5429082 – 080 5429058 oppure inviando una mail all’indirizzo [email protected], la prenotazione della cuffia.

Inoltre, per chi non ha la possibilità di raggiungere in autonomia il Galleria è stato istituito un servizio di trasporto gratuito che si snoderà su tutto il territorio della città di Bari. Per usufruirne è necessaria la prenotazione, che può essere richiesta ai numeri 3343761113 o il 3383936846 oppure inviando una mail agli indirizzi [email protected] e [email protected], entro 24 ore rispetto alla data della proiezione.

Insomma, quest’iniziativa, decisamente lodevole e organizzata minuziosamente, continua a farsi strada, abbattendo, progressivamente, quelle squallide barriere con cui i portatori di handicap si trovano, quotidianamente, a confrontarsi.

Nicola Oscar Ottati

Turi, incidente sulla SS 172: muore 23enne

Causa del sinistro mortale è stata l’inadeguatezza del manto stradale, reso viscido dalla pioggia che ieri è caduta nella zona. Dalle prime ricostruzioni risulta che, intorno alle 12.50, l’autotreno, in prossimità del Parco Grotte di Putignano, si sarebbe fermato ai bordi della carreggiata con le quattro frecce accese, aspettando che si attenuasse il violento acquazzone che ostacolava la visuale e rendeva insidiosa la strada. L’autocarro, provenendo dal centro abitato di Putignano, avrebbe tamponato violentemente il rimorchio del mezzo fermo.

Nell’impatto, la cabina dell’autocarro è stata compressa violentemente il giovane tranese, passeggero al suo interno, ha perso la vita sul colpo. Accanto a lui è rimasto ferito l’autista, un 49enne di Corato, trasportato d’urgenza all’ospedale Di Venere di Carbonara dov’è ancora ricoverato in prognosi riservata. Risultano illesi, ma ancora sotto shock, il guidatore e il passeggero dell’autotreno. Non sono stati facili i soccorsi. Ora sull’incidente stanno indagando i carabinieri della caserma di Putignano, sotto la guida del comandante Bartolomeo Nucci.

Gli incidenti in quel tratto di strada sono molti, per questo alla statale dei Trulli è stato dato l’appellativo di “Statale della Morte”. Oltre al  sinistro già citato, in cui sono rimaste ferite due donne, domenica mattina, tra Turi e Putignano, una Mercedes ha impattato una Opel Astra che tentava una svolta a sinistra. Ferite due persone a bordo della Mercedes e una sulla Opel. Il denominatore comune di tutti questi sinistri è la pioggia. Il manto stradale, in quel tratto, non è capace di drenare adeguatamente l’acqua piovana, trasformandosi, ogni volta che è bagnato, in un serio pericolo per la viabilità.

Pasquale Amoruso

“Settembre della creatività giovanile”, al via la presentazione dell’evento

In occasione del decennale della manifestazione, infatti, l’Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili del Comune di Bari ha deciso di realizzare una sorta di gemellaggio tra i giovani baresi e i loro coetanei romeni, spagnoli, portoghesi e greci. A unirli, l’amore per l’arte in tutte le sue espressioni: pittura, scultura, musica, folklore, artigianato, scrittura, fotografia.

Il “Settembre della creatività giovanile” si configura, così, come un’iniziativa con la quale i giovani (baresi e di tutto il mondo) mostrano la propria volontà di farsi spazio, di far sentire la propria voce all’interno della città e nel mondo, e non attraverso rumorose e spesso violente manifestazioni di piazza, ma solo mettendo a frutto i propri talenti artistici.

Saranno circa 50 i giovani creativi che animeranno gli eventi pubblici in programma per il 20, il 22 e il 24 settembre: stasera, in particolare, l’appuntamento è alle 21 davanti allo Spazio Giovani di Via Venezia 40 per un corteo che passerà per piazza Ferrarese e corso Vittorio Emanuele II e tornerà indietro, animato da musica, spettacoli di giocoleria e performance circensi.

Per giovedì 22, in piazza Mercantile, alle 21 è previsto un Open Stage dal titolo “Renegade” con performance individuali e collettive da parte dei giovani baresi e la presentazione dei primi risultati dello scambio tra gli artisti delle diverse nazionalità.

Sabato 24, infine, sempre alle 21, nel centro storico di Bari la manifestazione sarà chiusa da spettacoli teatrali, circensi e dalla proiezione dei video girati e prodotti dalle ragazze e dai ragazzi delle associazione coinvolte nello scambio giovanile.

Alessandra Morgese

CNR, presentazione dell’evento “Light – accendi la luce sulla scienza”

Il tema di quest’anno, che verrà presentato nell’incontro con i giornalisti al quale prenderà parte Fabio Losito, assessore alle politiche educative e giovanili del Comune di Bari, coadiuvato da Paola Lavermicocca, Progetto PON Ricerca e competitività 2007 – 2013, Elda Perlino, ricercatrice CNR e responsabile stand CSI di LIGHT, Fulvio Obici, Responsabile della Comunicazione del PON Ricerca e Competitività 2007 – 2013 e Rossella Palomba, coordinatrice di Light, Irpps-Cnr, verterà sul binomio che intercorre tra scienza e fiction televisiva.

Il momento topico della manifestazione si raggiungerà nella serata di venerdì 23 settembre. Infatti, i ricercatori interpellati per il progetto spiegheranno, attraverso esempi e dimostrazioni interattive, il confine che intercorre, nelle fiction, tra realtà e finzione.

All’interno della conferenza stampa sarà dato spazio anche ai giovani pugliesi che hanno partecipato al Progetto Lauree Scientifiche, piano universitario nato dal confronto tra MIUR, Confindustria e Conferenza permanente dei Presidi delle Facoltà di Scienze, volto a bloccare una sorta di emorragia delle vocazioni scientifiche nel nostro Paese.

Nicola Oscar Ottati

Petruzzelli, Eugenio Scalfari presenta il suo nuovo libro

L’evento, che rientra nella programmazione culturale del Comune di Bari, avrà inizio alle ore 18. In apertura, il Quartetto d’archi della Fondazione Petruzzelli eseguirà musiche di W.A. Mozart e L.W. Beethoven.

L’appuntamento è martedì 20 settembre 2011, alle ore 18.00, nel Teatro Petruzzelli. L’ingresso è libero.

Bari, 48 nuove case popolari a Ceglie del Campo

I nuovi alloggi sono stati costruiti nell’ambito del Piano Casa del Comune di Bari, il primo della storia del capoluogo pugliese, presentato nel 2009 e che prevede l’edificazione di 2879 alloggi in totale. Alle nuove abitazioni di Ceglie del Campo si andranno ad aggiungere 120 case di prossima consegna, 84 andranno a stabilizzare la situazione di quanti vivono nei moduli abitativi di via Gentile, mentre le rimanenti 36 saranno spartite fra gli aventi diritto.

L’assessore Lupelli ha inoltre messo in luce come non solo siano già in corso i lavori per la costruzione di 100 nuovi alloggi per studenti nella zona di Mungivacca, ma anche che il 29 agosto è stato consegnato il progetto esecutivo da 83 milioni di euro per la “rigenerazione” di San Girolamo. Sempre nell’ambito del Piano Casa, 112 nuovi alloggi sorgeranno in seguito a un accordo dello scorso 7 settembre fra Comune e IACP, per la realizzazione di nuove case nelle maglie 21-22 del quartiere Japigia.

Per la costruzione di altre 101 nuove abitazioni nelle zone di Carbonara, San Pio e in via Bruno Buozzi, si attende invece la pubblicazione dei bandi. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Palmiotti:

«Il disagio abitativo è un fenomeno assai diffuso, che colpisce non solo i soggetti tradizionalmente deboli ma anche nuove categorie sociali, travolte dalla crisi in atto: chi magari aveva un mutuo e si è visto portare via la propria casa, oggi attende risposte».

 

Angelo Fischetti

Comunicati Stampa

Gli Ultimi Articoli