Ieri sera, i militari della Stazione Carabinieri di Toritto unitamente a quelli della Compagnia di Modugno, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale S.P., 19enne di Bari, noto alle forze dell’ordine.

Alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di un’utilitaria, di colore grigio, che si aggirava per le vie di Toritto, con tre giovani a bordo ed in sosta in via Pascoli.

Dopo aver individuato l’auto, i militari si sono avvicinati con l’intento di procedere al controllo degli occupanti. A quel punto l’auto è partita a forte velocità nel tentativo di sottrarsi al controllo dei carabinieri.

La vettura però è stata subito raggiunta e bloccata. Sceso dal mezzo, il conducente ha tentato la fuga a piedi, salvo poi essere bloccato definitivamente dopo una colluttazione.

I complici sono riusciti a sottrarsi al controllo scavalcando la recinzione di una scuola e facendo perdere definitivamente le loro tracce.

Sottoposto a perquisizione, i Carabinieri hanno trovato all’interno dell’autovettura una federa, di colore bianco, con all’interno vari oggetti in oro.

Il 19enne ha cercato di giustificare il possesso del materiale con scuse banali, dichiarando di averlo trovato per strada e di volerlo regalare alla propria fidanzata.

Le indagini hanno consentito di appurare che i gioielli in oro erano il bottino di un furto in abitazione, consumato qualche ora prima a Palo del Colle, ai danni di una 80enne del luogo, a cui è poi stata restituita la refurtiva. Pertanto per il 19enne è scattata anche la denuncia per ricettazione.

A seguito della convalida dell’arresto il giovane è stato sottoposto all’obbligo di dimora in Bari e all’obbligo di permanenza in casa dalle 20.00 alle 07.00 di tutti i giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here