Grazie alla recente operazione che ha consentito di intercettare ed arrestare uno dei componenti della banda della BMW, i militari della Compagnia di Molfetta e della Stazione di Bitonto, ieri mattina, hanno individuato all’interno di un capannone industriale, in parziale stato di abbandono, del complesso artigianale  Città Mercato, sito sulla provinciale 231, un deposito di auto rubate da utilizzare per il compimento di azioni delittuose.

Si tratta di una Fiat Panda, denunciata oggetto furto presso la Stazione dei Carabinieri di Modugno il 4 febbraio scorso; una BMW X3 3.0 con targa contraffatta, denunciata oggetto furto alla Stazione dei Carabinieri di Rutigliano il  12 novembre scorso ed una BMW serie 5 SW  con targa modificata, denunciata oggetto furto alla Stazione dei Carabinieri di Modugno il 19 dicembre scorso.

All’interno delle due BMW, presumibilmente utilizzate dai malfattori per compiere reati contro il patrimonio, sono state rinvenute decine di utensili vario tipo, atti all’effrazione ed allo scasso, due picconi, un’ascia, tre estintori, chiodi a tre punte, bende per il traino di
autovetture, parti di gettoniere slot machine e due porta cellulari, Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

Continuano le indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale e delle Compagnie di Triggiano e di Molfetta volte ad individuare gli altri componenti della banda.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here