foto di reperorio

Per il Compartimento della Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise il periodo di ferragosto è stato molto intenso, tra attività di prevenzione e repressione di fenomeni illegali nelle zone sensibili degli scali ferroviari e in quelle limitrofe, a bordo dei treni del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna/notturna.

Dal 9 al 19 agosto 2018, sono state controllate e identificate 5518 persone ritenute sospette, di cui 680 stranieri, dei quali 1 rintracciato in posizione irregolare sul territorio nazionale. Due 2 persone sono state tratte in arresto, tra cui il 40enne barese ritenuto responsabile di violenza sessuale ai danni di una studentessa 19enne di Padova; 7 le persone denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria per la commissione di reati vari.

Gli agenti della Polfer hanno anche provveduto al sequestri di circa 50 grammi di sostanza stupefacente ed elevato 12 le sanzioni amministrative elevate. A Barletta hanno tratto in salvo un anziano, seriamente malato, che girovagava sui binari in prossimità della Stazione di Barletta, attuando il protocollo “S.O.S. disagio psichico”.

Hanno inoltre effettuato 261 servizi di vigilanza nell’ambito degli Scali ferroviari viaggiatori e merci, impiegando 143 pattuglie, mentre 13 sono stati quelli specifici di antiborseggio nelle stazioni; su 54 treni viaggiatori del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna/notturna (delle tratte Lecce-Bologna e Bologna-Lecce,) è stata assicurata la presenza di pattuglie della Polizia Ferroviaria. Ben 17 sono stati i servizi di pattugliamento lungo le linee ferroviarie per il contrasto dei furti di cavi di rame in esercizio in danno delle Imprese ferroviarie.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here