“Tutto questo è uno spot”. Così ha commentato il procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe, sul decreto legge che sospende fino al 30 settembre i termini processuali e di prescrizione e i processi penali senza detenuti.

Durante la riunione straordinaria del Comitato direttivo centrale dell’Anm, il procuratore ha aggiunto parole dure sulla decisione del ministro Bonafede: “Vorrei capire se siamo di fronte a trascuratezza, incompetenza o forse malafede. La giustizia in questo momento fallisce a pieno il suo compito”.

Volpe ha inoltre aggiunto che per recuperare i tre mesi di sospensione ci vorranno minimo tre anni. “Le cancellerie saranno costrette a fare almeno 60mila notifiche per convocare le nuove udienze e per i costi inutilmente sostenuti, bisognerebbe informare la Procura della Corte dei Conti”.

print

1 COMMENTO

  1. Quella della “malafede” , chiamandosi il ministro della Giustizia Bonafede, è una battuta salace e per giunta non originale. Non ci è dato sapere quale sarebbe la proposta alternativa immediata che Volpe ha in mente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here