Avevano rapinato armati di coltello dieci esercizi commerciali in due mesi, tra l’agosto e il settembre del 2015. Il Tribunale di Bari ha condannato a cinque anni di carcere Patrizio Ottomano e a tre anni Giovanni Monno, entrambi 22enni baresi.

I due, arrestati nel novembre dello stesso anno, furono identificati grazie alle immagini di sorveglianza di una delle attività depredate, per lo più farmacie, tabaccherie e supermercati. A tradire uno dei giovani un tatuaggio sulla nuca, che ne ha facilitato l’identificazione.

In almeno quattro occasioni, i due avevano assaltato punti vendita siti nei quartieri Carrassi e Picone a distanza di poche ore, coi volti coperti da cappellini e occhiali da sole.

I due avevano rapinato armati di pistola anche alcuni esercizi commerciali di Conversano.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here