“L’esposto alla Procura di Bari da parte della Regione Puglia contro il sindacato dei medici ANAAO è l’ennesima dimostrazione di come si voglia mettere sul banco deli imputati i medici”.

Pina Onotri, segretario generale del Sindacato Medici Italiani, commenta l’esposto presentato dal capo della Protezione civile pugliese in merito al caso delle tute Prophylactic, date in dotazione ai medici del 118 e ritenute non idonee dai rappresentanti sindacali ANAAO.

“Non si può passare da eroi a imputati in questa pandemia – spiega -. Vorremmo ricordare che da marzo ad oggi sono morti quasi 300 colleghi, esposti al virus e protetti in modo inadeguato o senza alcuna protezione individuale. Non vorremmo che l’azione della Regione Puglia inaugurasse una nuova strategia nei confronti dei sindacati medici: davanti ai rischi per la salute dei colleghi, davanti all’incompetenza dei decisori politici ed amministrativi l’unica soluzione che si adotta è quella della querela! Siamo basiti!”.

“Non sono questi i modi di confronto che un ente pubblico, quale la Regione Puglia, deve adottare con le categorie professionali, per tutte le categorie e in particolare con quelle dei medici – conclude Onotri -. L’ atto compiuto si profila come atteggiamento antisindacale, un tentativo di mettere il bavaglio ai rappresentanti dei lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here