La scelta di chiudere le scuole in Puglia è stata bocciata da tutti. Presidi, insegnanti, genitori e anche il mondo politico, di ogni fazione, non è d’accordo con la scelta del governatore Michele Emiliano e del neo assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco.

Proprio per questo motivo, dopo l’intervento dell’epidemiologo su Sky, in cui annunciava la ripresa delle primarie probabilmente dalla prossima settimana, il presidente della regione puglia fa una mini marcia in dietro e, in una nota inviata all’Ufficio scolastico regionale, precisa che “nelle classi delle scuole pugliesi con alunni che hanno bisogni educativi speciali si ritiene che i dirigenti scolastici possano valutare la organizzazione di gruppi classe in presenza. Per ragioni sanitarie è opportuno che tali gruppi non siano superiori al 25% della composizione originaria di ogni singola classe”. Inoltre l’assessore Lopalco ha annunciato che le giornate di assenza da scuola si recupereranno a dicembre, accorciando così le lunghe vacanze di Natale.

Emiliano nel frattempo ha dato piena decisione ai dirigenti scolastici per quanto riguarda l’organizzazione in presenza dei laboratori di indirizzo e professionalizzanti nelle scuole superiori, prevedendo lezioni individuali per gli indirizzi musicali. Tempo di adeguarsi fino a lunedì.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here