Il 31 luglio si è tenuto presso il Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia un incontro con i sindacati Cigl Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Fials e Ugl Sanità per discutere delle modalità di erogazione del bonus covid da destinare ai dipendenti della Sanitaservice Asl Bari.

“Nell’incontro il Dirigente del Dipartimento Promozione della Salute ha consegnato una tabella riepilogativa nella quale è riportato il numero dei dipendenti in servizio durante il periodo intercorrente tra 15/03/2020 ed il 15/05/2020 suddiviso secondo le fasce previste dall’intesa sottoscritta il 28/05/2020 in funzione della U.O. in cui hanno prestato servizio – afferma Fials -. I dati relativi al personale non sono esatti in quanto:

1. i dipendenti della Sanitaservice Asl Bari srl in servizio nel periodo 15/03/2020 al 15/05/2020 sono certamente in numero superiore ai 341 riportati nella tabella illustrata dal Dipartimento Promozione della Salute sulla base dei dati forniti dalla S.V.;

2. nella fascia D non viene indicato alcun dipendente, di fatto negando il predetto bonus ai lavoratori della Sanitaservice Asl Bari. sr, caso unico rispetto ai dati forniti dagli altri Amministratori Unici delle società in-house providing del S.S.R. della Regione Puglia; la Sanitaservice Asl Bari. ha escluso anche i nuovi assunti (90 unità), che avrebbero diritto per i giorni di lavoro prestato dal 1 aprile al 15 maggio;

3. il numero complessivo del personale dipendente della Sanitaservice Asl Bari. srl ammonta a circa 870 lavoratori, pertanto sulla base dei dati forniti dalla S.V. al Dipartimento Promozione della Salute, Ella ha inteso escludere circa 530 lavoratori dal diritto a fruire del bonus.

Per quanto sopra esposto e ritenendo non corretti i dati forniti all’istituzione regionale in ordine al numero dei lavoratori della Sanitaservice che sono stati esposti al rischio di contagio da Covid-19 e che hanno profuso un impegno straordinario nel periodo della pandemia nelle strutture sanitarie della ASL BA, siamo a richiedere di indicare quali criteri sono stati adottati nell’elaborazione della tabella dei dipendenti aventi diritto, quale criterio è stato applicato per la scelta dei dipendenti da inserire nelle 4 fasce previste dall’intesa regionale del 28/5/2020, quali sono le motivazioni che hanno portato all’esclusione di ben 530 lavoratori circa dal diritto a percepire il bonus”.

“Cogliamo inoltre l’occasione per reiterare la richiesta di fornire l’elenco del personale in forza alle dipendenze della Sanitaservice ASL BA srl con indicazione della qualifica e della sede di lavoro, con specificazione della Macrostruttura e dell’Unità Operativa, cosa che peraltro la scrivente Segreteria ha più volte richiesto, senza ottenere alcun riscontro e che si rende necessaria per verificare la correttezza dei dati forniti al Dipartimento Promozione della Salute nonché per la contrattazione integrativa aziendale a cui è demandata l’applicazione dell’intesa regionale – si legge nel comunicato -. Solo attraverso la puntuale analisi di tutti i dati richiesti potrò essere fugato ogni dubbio in ordine alla corretta individuazione del personale avente titolo al bonus, si invita a riscontrare con la massima sollecitudine con tutta la documentazione richiesta al fine di garantire con la massima urgenza il pagamento del bonus a tutto il personale avente titolo, che a nostro giudizio è sicuramente superiore ai 341 lavoratori individuati”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here