“Dina la merdina” colpisce ancora. Dopo avervi fatto vedere le condizioni terrificanti in cui si ritrova il bagno pubblico dei parco 2 giugno, siamo nuovamente tornati sul posto e la situazione, seppur con qualche piccola novità, non sembra essere cambiata più di tanto.

Dopo il nostro servizio due orinatoi sono stati aperti al pubblico maschile, ma l’ingresso è ancora pieno di ricordini lasciati qua e là. Cosa spinga uno ”stronzo” ad essere lasciato da lì da un suo simile, purtroppo non è dato saperlo.

È lecito però domandarsi come sia possibile lasciare una struttura in queste condizioni, senza un vero lavoro di manutenzione e pulizia, per giunta non a norma secondo quanto ci ha detto il gestore del bar:”Fosse stata una struttura privata l’avrebbero chiusa in due giorni” ha commentato amaramente ai nostri microfoni.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here