Sta facendo discutere il reintegro in servizio dell’autista Amtab sorpreso nel 2014 dai carabinieri a fare sesso su un bus dell’azienda dei trasporti barese, in un luogo appartato. La notizia è stata accolta positivamente da Michele Lepore, segretario della Cisas.

Siamo tutti esserei umani“, afferma Lepore, “e la regola del ‘chi sbaglia, paga’ è valida. L’autista ha pagato e, se il giudice ha accolto la sua istanza, probabilmente il danno procurato non era così eclatante“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here