Carcasse di animali, frigoriferi, pneumatici, eternit e rifiuti di ogni genere scaricati in mare dal canale Ciappetta Camaggio. Immagini raccapriccianti, che evidenziano la sporcizia e l’incuria di tutto il tratto del canale che parte dal Via Castel del Monte, ad Andria, e arriva nella zona di “ariscianne”, a Barletta. La denuncia di un videoamatore sta facendo il giro del web.

Quando piove abbondantemente, come nel caso del video pubblicato, oltre alle acque piovane, in mare a Barletta defluisce di tutto di più. A monte, in più punti del canale sono presenti residui di rifiuti urbani, pneumatici, rifiuti speciali e manufatti di eternit. Anche le due strade che costeggiano il canale a destra e sinistra sono interessate da accumuli di rifiuti speciali e lastre in eternit, abbandonati dagli stessi cittadini che poi magari in estate vanno in spiaggia proprio a Barletta criticando le acque sporche, non certamente candidabili alla Bandiera Blu.

Una storia di degrado ed inciviltà che speriamo serva a stimolare da un lato i cittadini, che devono civilizzarsi e maturare facendo un serio e critico esame di coscienza, e dall’altro le istituzioni che devono intervenire energicamente sanzionando e denunciando i colpevoli. I cittadini onesti, che vivono non soltanto la città di Barletta, sono stufi di essere portati alle cronache scandalistiche e sbeffeggiati oltre che stritolati dall’inciviltà di un manipolo di “barbari ed incivili”. L’amministrazione comunale, di destra o di sinistra che sia, deve intervenire per rimuovere i materiali

Cominciamo noi cittadini a evitare di scaricare immondizia ovunque, e soprattutto anche ad immortalare con i cellulari gli incivili che gettano dai finestrini in corsa e ovunque, pubblichiamoli sui social come ben ha fatto il cittadino questa volta: scopriremo i volti e le targhe degli incivili maleducati, prepotenti e menefreghisti.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO