Basta un gol di Simeri al 44mo per avere ragione del Picerno sul neutro di Potenza e scacciare la crisi che già aleggiava sulla testa del neo allenatore Vivarini, finora incolpevole traghettatore dei galletti.

Tre punti d’oro per poter lavorare con maggiore serenità e capire come mettere a disposizione della squadra le qualità dei singoli. Il Bari si rilancia in classifica, ma soprattutto fin quando hanno retto gambe e polmoni si sono notati i primi effetti del cambio di allenatore.

Nessuna novità sul piano tattico rispetto alla sconfitta casalinga contro il Monopoli, ma per le rivoluzioni c’è sempre voluto tempo. I padroni di casa potrebbero essere sopra di due gol nei primi 10 minuti, ma dopo la botta iniziale il Bari si organizza.

Perrotta e Antenucci vanno vicini al gol, ma al 44mo su cross da calcio d’angolo di Costa è Simeri a buttarla dentro. Nel secondo tempo la squadra difende il risultato e non affonda, ma di questi tempi i tre punti sono più importanti di qualsiasi altra cosa. Ora non resta che dare ai tifosi la gioia casalinga. Vivarini ci proverà domenica prossima contro la Cavese.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here