Prigionieri nella propria casa per colpa di un ascensore rotto mai aggiustato. È questo il triste destino dei condomini di via Don Gnocchi 14 nel quartiere San Paolo. Tra tutti abbiamo incontrato Natale che per problemi di salute è attaccato costantemente alla bombola d’ossigeno.

“Ho bisogno di uscire per prendere aria, camminare e soprattutto raggiungere l’ospedale per curarmi – afferma con affanno Natale -. Siamo come animali in gabbia e questa vita non si può fare”. L’appello di Natale è rivolto al vicesindaco Pierluigi Introna, che si occupa dei rapporti con il Consiglio comunale, Patrimonio, Edilizia residenziale pubblica ed Emergenza abitativa.

“In questo palazzo in molti hanno bisogno di assistenza – sottolinea il consigliere del Municipio 3 Francesco Ferrante – e siamo certi che Introna riuscirà a rendere libere queste persone che adesso sono prigioniere nelle proprie case”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here