Anche in Puglia mobilitazione della Lega contro lo Ius Soli, in 30 comuni della regione. Appuntamento principale questa mattina a Bari in via Argiro, alla presenza del segretario regionale Rossano Sasso, del segretario cittadino Pino Monaco, della dirigente nazionale Anna Rita Tateo, dell’Onorevole Nuccio Altieri e del consigliere comunale Giuseppe Carrieri.

“Lo Ius soli del Pd – dichiara Rossano Sasso – è un invito a venire in Italia per milioni di immigrati, che acquisirebbero in automatico tramite i propri figli, cittadini italiani per il solo fatto della nascita sul nostro territorio, anche loro la cittadinanza”.

“Il Pd cerca voti dagli immigrati perché ne prende sempre meno dai nostri cittadini e mentre noi preferiamo mettere prima gli Italiani nelle politiche sociali, dalla casa al lavoro agli aiuti economici, Renzi e compagnia fanno scappare all’estero i nostri giovani preferendo aiutare gli immigrati, non limitandosi semplicemente ad offrire loro colazione pranzo e cena, ma prevedendo per loro aiuti anche per la casa ed il lavoro. È in atto una sostituzione etnica del nostro popolo, sublimato dalla svendita della cittadinanza con lo ius soli, contro il quale noi ci opponiamo duramente”.

Altro tema della manifestazione odierna è la flat tax al 15%, aliquota fiscale unica proposta da Salvini, che secondo Giuseppe Carrieri “consentirebbe a numerosi commercianti ed imprenditori baresi di risollevare le sorti dell’economia locale, soffocata da un lato dalla eccessiva pressione fiscale, oltre alla giungla burocratica statale e dall’altro dalla miopia politica dell’attuale giunta barese, che è totalmente inefficace e distante dalle esigenze degli operatori del settore”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here