Blitz della Polizia Locale di Bari ieri mattina nel quartiere Stanic in una area adibita a rimessaggio, deposito con box e locali concessi in locazione e garage. Personale dei Nuclei di Polizia giudiziaria ed amministrativa della Polizia Locale per un totale di 20 unità con personale del Nucleo comunale di Vigilanza Edilizia sono intervenuti per controlli e verifiche in materia ambientale, urbanistico-edilizia e amministrativa e delle attività artigianali abusivamente svolte.

L’area di proprietà di una società con sede a Bari è risultata essere complessivamente affidata in gestione ad altra srl barese. Denunciate tre persone per vari reati ambientali: deposito incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi, gestione abusiva di rifiuti e mancata iscrizione all’albo Gestori ambientali, stoccaggio abusivo di rifiuti pericolosi. Posti sotto sequestro, oltre a materiale RAEE, parti meccaniche e di carrozzeria di veicoli, batterie di autovetture, guaine in Pvc da smaltire, rifiuti speciali vari, anche diversi box e aree interne al rimessaggio ove erano depositati ed accatastati i rifiuti. Sequestrato un apecar utilizzato per la raccolta abusiva di materiale ferroso e RAEE. Sequestrato anche un box dove si svolgeva l’attività abusiva di autofficina compreso un ponte sollevatore di veicoli, banchi e attrezzature con arnesi da officina; l’uomo risponderà anche per la violazione amministrativa conseguente all’attività abusiva artigianale di meccanico.

Tre le informative di reato inviate all’autorità giudiziaria e accertamenti ancora in corso per le violazioni urbanistico-edilizie rilevate. Rimane alta l’attenzione della Polizia Locale anche sul tema ambientale e la gestione illecita delle attività commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here