I Carabinieri della Stazione di Palo del Colle, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno arrestato Nicola Ladisa, 26enne, censurato, ritenuto responsabile di aver esploso, lo scorso 1 ottobre, dei colpi di arma da fuoco nella barberia di viale del Mediterraneo, a pochi passi dalla sede della Stazione Carabinieri.

La misura cautelare è stata emessa dal GIP di Bari, su richiesta della locale DDA, che ha contestato al 26enne il porto abusivo di arma comune da sparo.

Chiara è stata la ricostruzione del pericoloso gesto del giovane che alle ore 9, giunto a volto scoperto presso la barberia, ha esploso prima dall’esterno e poi all’interno dell’attività complessivamente diversi colpi di pistola calibro 7,65, colpendo mobili e pareti, mettendo a repentaglio la vita delle persone presenti.

Sono ancora in corso le indagini dei Carabinieri, coordinate dal Sostituto Procuratore dott. Perrone Capano, per accertare le motivazioni a base del gesto posto in essere dal 26enne, il quale poco prima aveva avuto un diverbio, all’esterno della barberia, con un altro uomo, non presente al momento della sparatoria.

L’azione in pieno giorno, alla presenza di un anziano avventore all’interno dell’esercizio commerciale, ha suscitato non poche preoccupazioni per gli abitanti del paese. Il 26enne, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here