Il gup del Tribunale di Bari ha assolto dal reato di corruzione di minorenne il 43enne Alfredo Santamato, residente a Turi e già sottoposto nel 2017 alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale per sospetto terrorismo, e sua moglie.

Durante le indagini avviate dalla DDA di Bari per apologia di terrorismo sulla base di numerosi contatti via web con jihadisti, gli agenti della Digos di Bari sequestrarono all’uomo i suoi dispositivi informatici.

All’interno fu trovato un filmino su un rapporto sessuale tra Santamato e la moglie, alla presenza della figlia di un anno. La coppia è stata processati con rito abbreviato.

I difensori hanno dimostrato che la presenza della bambina non era intenzionale, come invece prevede la norma per questo tipo di reati. I due sono stati così assolti “perché il fatto non costituisce reato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here