“Quella frase ve la imprimeremo nella testa, davanti alla vostra casa”. Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, si rivolge ai vandali che questa notte in via San Luca hanno lanciato dei sassi su una delle frasi antimafia usate come luminarie nel centro storico: La Mafia Uccide, Il Silenzio Pure. 

“Le teste disabitate – scrive il primo cittadino – sono riuscite a distruggere il nome e il cognome dell’autore, il grande Peppino Impastato. Informo i gentilissimi, visto che abbiamo evidentemente colto nel segno, che le iniziative culturali si ripeteranno ossessivamente proprio dove dimostrate che vi stiamo dando fastidio.

“Continuate pure – conclude – e vi ricorderemo, per ogni giorno della vostra esistenza, cosa significa la porcheria al quale avete consegnato la vostra vita”. Il sindaco non si è perso d’animo di fronte alla brutalità accaduta questa notte e su Facebook invita i cittadini in via Porta Robustina per ricordare Anna Rosa Tarantino, l’80enne uccisa durante un conflitto a fuoco nelle vie di Bitonto a fine 2017.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here