Il nucleo controllo autotrasporto della Polizia Locale di Bari, implementato a Marzo 2019 dal Generale Michele Palumbo, ha sorpreso un camionista mentre percorreva via di Maratona alla guida di un veicolo alterato con un congegno illegale.

L’apparecchio installato, che consente di abbattere i costi del carburante, inibisce l’utilizzo del sistema Adblue, ideato dall’industria automobilistica per ridurre le emissioni degli ossidi di azoto dai gas di scarico e limitare l’inquinamento. Il veicolo, immatricolato in Romania e risultato modificato, durante la marcia è stato visto emettere in atmosfera, la cosa non è sfuggita agli operatori della Polizia Locale.

Gli agenti hanno proceduto a contestare una sanzione di 431 euro all’autotrasportatore per la dolosa alterazione dei dispositivi antinquinamento previsti dal C.d.S e dalla normativa ambientale. La strumentazione è stata sequestrata con contestuale ritiro della carta di circolazione.

“Dall’inizio dell’anno – ha commentato il Generale Palumbo, alla guida della Polizia Locale – abbiamo sorpreso in città ben 11 imprese di autotrasporto inquinare dolosamente le nostre strade, mettendo a rischio la salute pubblica dei cittadini e di altri utenti della strada. Continueremo a presidiare gli itinerari di accesso alla zona portuale al fine di punire chi, per conseguire maggiori utili e in spregio al rispetto per l’ambiente, intende inquinare la nostra splendida Bari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here