foto di archivio

Come ogni romanzo giallo che si rispetti, anche nelle vicende che coinvolgono l’Amtab c’è un degno colpo di scena. In azienda, è cosa nota, i rapporti tra vertici, sindacati, e lavoratori sono incandescenti: quattro sindacalisti sono stati sospesi, i Rappresentanti dei Lavoratori per la sicurezza sono stati multati, gli autobus continuano a rompersi mentre Decaro sta a guardare, nonostante la richieste di dimissioni di Lucibello e Vulcano, nonostante la richiesta di una ispezione inviata alla Spesal e al Prefetto, nonostante gli autobus immessi su strada senza assicurazione.

Nei giorni scorsi il personale dell’Amtab ha incrociato le braccia; tra i motivi che hanno portato allo sciopero ci sono problemi legati alla viabilità. A titolo di esempio, sulle linee 4, 30 e 32 gli autisti segnalano numerosi rischi connessi alla viabilità nelle zone di Ceglie del Campo e Carbonara, mentre lungo le linee 1, 12 e 12/ ci sono rischi connessi alla stagione estiva per il notevole aumento del traffico sui litorali e il considerevole flusso di pedoni, che invadono la carreggiata rendendo pericoloso il transito dei mezzi di trasporto. Si tratta solo di esempi specifici, perché le osservazioni mosse all’azienda sono ben più ampie e abbracciano anche altri aspetti legati alle criticità in tema di sicurezza del trasporto e viabilità.

A dare manforte ai sindacati, ora ci si è messo in qualche modo anche il Comandante della Polizia Locale, Michele Palumbo. Nei giorni scorsi, infatti, Palumbo ha inviato una nota scritta, tra gli altri, al Prefetto e ad Antonio Decaro; nella nota del Comandante emerge la situazione critica in cui versano sia la segnaletica stradale sia le altre infrastrutture funzionali alla circolazione e della sosta dei mezzi del trasporto pubblico urbano.

Ora, per chi non lo sapesse, sull’Amtab grava l’onere di provvedere al mantenimento della piena efficienza della segnaletica, non tutta sia chiaro, ma almeno quella che coinvolge il servizio di trasporto pubblico locale e della sosta, per intenderci, le strisce gialle della fermata del bus come pure i divieti di sosta in prossimità delle fermate, al pari di quanto le compete per la Ztl e la Zsr.

A quanto pare, dunque, i dipendenti dell’Amtab avevano ottime ragioni nel puntare il dito contro la municipalizzata per il trasporto pubblico locale, che evidentemente, secondo quando scritto dal Comandante della Polizia Locale, non assolve ai suoi obblighi di manutenzione per la segnaletica di sua competenza.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here