Nel tardo pomeriggio di ieri, a Bari, è stata consumata una rapina a mano armata in danno di un supermercato nel cuore del quartiere San Pasquale, la terza negli ultimi quindici giorni. Gli equipaggi della Sezione Falchi della Squadra Mobile, una volta ricevuta la nota di allarme diramata dalla Sala Operativa, si sono lanciati alle ricerche del rapinatore.

Grazie alla precisa descrizione fornita dalle vittime al numero di emergenza 113, i poliziotti hanno subito rintracciato il malfattore il quale aveva tentato di nascondersi all’interno di un cortile condominiale a pochi passi dal supermercato rapinato. Decisivo è stato il contributo di una signora, intenta a fare la spesa proprio nel momento in cui il rapinatore ha fatto irruzione nel supermercato: la donna, a sangue freddo, ha subito contattato la Sala Operativa della Questura mantenendo il contatto visivo con il fuggitivo e fornendo ai poliziotti, per 8 interminabili minuti, precise indicazioni sul percorso seguito dal malfattore.

Il delinquente, il 27enne barese pregiudicato Stefano Salerno, pregiudicato, raggiunto dagli agenti, aveva ancora con sé il denaro rapinato ed una pistola, poi rivelatasi una scacciacani del tutto simile alle armi in dotazione alle Forze di Polizia. Gli elementi probatori raccolti lo collegano ad altre due rapine commesse in danno di altrettanti supermercati del medesimo quartiere nelle ultime due settimane.

In uno di questi episodi, il malfattore ha ingaggiato una violenta colluttazione con il cassiere, ferendolo al capo con il calcio della pistola. Una volta condotto presso gli Uffici della Squadra Mobile, l’arrestato ha riconosciuto le proprie responsabilità e, al termine degli accertamenti di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La somma rapinata è stata restituita al titolare del supermercato.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here