Un ragazzo italo-venezuelano di 25 anni, originario di Molfetta, Angel Faria Fiorentini, è stato fermato in Venezuela, a Chacao, nel corso di una manifestazione contro il presidente Maduro. Alcuni suoi amici raccontano che il giovane sarebbee stato arrestato lunedì e poi trasferito in un carcere militare. Durante l’udienza preliminare, il legale di Fiorentini, Andrés Perillo, ha riferito che l’accusa è quella di essere un terrorista. Il caso è seguito dalla Farnesina.

“È una cosa inconcepibile, fuori dal mondo, basata su accuse assolutamente insensate o inventate. Ora Angel rischia tantissimo. Ma è innocente, non ha fatto nulla”, ha raccontato raccontato Perillo al quotidiano La Repubblica. Fiorentini è stato fermato insieme ad altri 23 giovani. Néstor Luiz Raverol, il ministro della Giustizia venezuelano, ha poi postato su Twitter una foto degli arrestati, con la scritta inequivocabile: “Ecco i delinquenti della destra terrorista, responsabili degli atti vandalici di Chacao”.

A detta del legale e degli amici che erano con Angel al momento dell’arresto, si sarebbe trattato di un’imboscata avvenuta durante alcuni disordini, non violenti come quelli che si stanno susseguendo in tutto il paese contro il presidente Maduro. Pare che Angel, essendo un paramedico, fosse lì per aiutare i feriti, persino gli agenti di polizia. La speranza di chi lo conoce bene è quella di vedere chiarito quanto prima quello che ai loro occhi sembra un malinteso a tutti gli effetti.

Stampa Articolo
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here