Nei giorni scorsi la Polizia Ferroviaria identificato e ha denunciato due cittadini stranieri, Z.F. di anni 67 del Kosovo e I.I. di anni 50 della Macedonia. I controlli hanno consentivano di trovare, a bordo di una macchina in loro possesso, due orologi con falsi brillanti e denaro in contanti di cui non hanno saputo giustificare il possesso.

Tutto è nato dalla minuziosa denuncia presentata da un albanese, caduto nella trappola dei due truffatori che erano soliti operare in piazza Moro, nei pareggi della stazione. Vittime preferite, adescate col pretesto di poter acquistare a prezzi vantaggiosissimi un orologio con brillanti spacciato per autentico, erano solitamente di origine del Paese delle Aquile.

Circa 650 euro sono stati restituiti alle vittime, il resto dei contanti è stato sequestrato. Proprio mentre erano in corso gli accertamenti, un altro cittadino albanese si è presentato in Questura per denunciare una truffa simile.

Tenuto conto della scaltrezza dei soggetti, gli investigatori non escludono che ci possano essere altre vittime.

Stampa Articolo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO