Grande successo per la prima edizione della gara di “pesca del polpo” organizzata dalla lega navale sezione di Mola nell’ambito di “Mola, un mare da amare”, la rassegna voluta dall’Assessorato al Turismo del Comune di Mola di Bari e dalla Pro Loco locale per promuovere la cultura del mare, il turismo consapevole e le tipicità del territorio molese.

Alla gara, tenutasi – come vuole la tradizione – tra le 4.00 e le 9.00 del mattino di domenica nello specchio d’acqua tra Cozze e Tiro al piattello, hanno partecipato 47 “polparoli” (tre le donne) a bordo di 31 barche. In tutto sono stati pescati 30,5 chili di polpi.

La gara è stata vinta da Antonio Giordano (LNI Mola di Bari), che ha portato al peso 3,195 kg di pescato, piazza d’onore per Nicola Matteacci (Piccola Marineria Molese) con 2,985 kg. Al terzo posto Matteo Soldano (LNI Mola di Bari) con 1,855 kg.

A Matteucci sono andati anche i premi per la preda più grossa (un bellissimo polpo da 1,190 kg) e per quella più piccola (appena 30 grammi).

“È stato bellissimo – ha commentato soddisfatto Ninni Mariano, presidente della sezione molese della lega navale – vedere sin dalla prima edizione tanta partecipazione e tanto entusiasmo attorno questa gara. Siamo già proiettati all’edizione dell’anno prossimo che sicuramente inizieremo a programmare con maggior anticipo, così da aumentare ulteriormente il numero dei concorrenti.”

“Il successo di questa prima edizione, indubbio quanto sorprendente – ha commentato l’assessore al turismo Pino De Silvio – conferma la bontà dell’intuizione che, assieme a Lega Navale e Pro Loco, abbiamo avuto all’inizio di quest’anno: il futuro turistico di Mola passa senza dubbio dalla diffusione e dalla promozione della cultura del mare e dal recupero delle nostre tradizioni e delle nostre tipicità. Ora si torna tutti al lavoro per realizzare, sabato 30 e domenica 31, una Sagra del polpo all’insegna della qualità, del gusto, del rispetto dell’ambiente e, naturalmente, del divertimento.”

print

3 COMMENTI

  1. Riprendo le ultime parole dell’artico: …una sagra del polpo all’insegna della qualità, del gusto, del rispetto dell’ambiente… Ottima la pensata della 1^ sagra per valorizzare la manifestazione e tirare la vendita di quintali e quintali di polpi. Peccato che “la merce” non venga affatto pescata a Mola, ma arrivi, congelata, nelle stive sporche di navi provenienti dal Mar Cinese Meridionale. Nessun molese mangia polpi il giorno della sagra… e neanche io! Ah ah… Detto questo, viva Mola di Bari.

  2. Premio per la preda più piccola?!?! 30 grammi?!?!
    Ma scherziamo?!?!
    E poi parlate di valorizzazione del mare.
    Il pesce sottotaglia va assolutamente ributtato in mare, se vogliamo che quel poco rimasto non scompaia del tutto!
    Sveglia!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here