Il maltempo che nelle ultime ore ha colpito la Puglia, e in particolare la zona del barese, mette in ginocchio il comparto agricolo pugliese. Le piogge torrenziali e le grandinate di venerdì hanno assestato il colpo di grazia ad un settore già in grave emergenza, determinando ingenti danni a colture agricole e strutture aziendali.

I danni maggiori si registrano nelle province di Bari e Bat. Distrutte dalla grandine le coltivazioni di ciliegie nella zona di Turi, Castellana Grotte, Putignano, Conversano, Corato, Ruvo di Puglia, Molfetta, Bisceglie. Il danno stimato al comparto cerasicolo in queste zone è compreso tra il 70% (nella zona di Corato, Molfetta, Ruvo) fino al 100% (nelle restanti zone), con la grandine, che in alcune aree si è accumulata al suolo per una altezza anche di 20 centimetri. I chicchi di grandine hanno provocato lesioni ai rami e ai tronchi dei ciliegi, compromettendo così anche le produzioni degli anni futuri.

Danni sono stati provocati dalla grandine e dalla pioggia torrenziale ad altre coltivazioni agricole nella zona di Rutigliano, Casamassima, Andria, San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli. Pesantemente colpite le colture cerealicole ormai quasi prossime alla raccolta, ma anche le colture orticole. La grandine ha provocato danni anche agli uliveti e ai vigneti, con i giovani tralci lesionati o addirittura spezzati dalla violenta grandinata, facendo presumere una compromissione anche della pregiata uva da tavola della provincia di Bari.

Le abbondanti piogge hanno anche creato danni e mandato a male la produzione dei foraggi nelle zone della Murgia barese, dove è fortemente praticato l’allevamento zootecnico. La maggior parte delle superfici coltivate a foraggio che erano state sfalciate e prossime all’imballaggio sono state ormai compromesse dal maltempo.

La forte attività elettrica scaturita dai temporali ha determinato anche la morte di 7 bovini colpiti da un fulmine in una azienda zootecnica di Putignano.

La Cia – Agricoltori Italiani di Puglia è impegnata in queste ore, attraverso le proprie strutture provinciali e territoriali, nel monitoraggio dei danni per valutare nei prossimi giorni le iniziative da intraprendere a favore delle aziende agricole danneggiate e intanto chiede al Governatore Michele Emiliano e all’Assessore regionale Leonardo Di Gioia la convocazione di un tavolo per valutare l’accaduto e le iniziative da intraprendere.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here