Facebook

Le “spaccate” notturne ai danni delle attività commerciali preoccupano sempre più gli esercenti di Bari. Da dicembre ad oggi quasi una trentina di episodi; novità del giorno è l’arrivo di agenti sotto copertura per migliorare la sicurezza. Nel mirino dei ladri, che a quanto pare non appartengono a gruppi criminali organizzati, ma si tratta invece di gente senza fissa dimora, ci sono soprattutto le attività senza serrande e ieri mattina, 7 marzo, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Antonella Bellomo ha dedicato loro una riunione. “Le Forze dell’Ordine hanno incrementato l’attività di controllo nelle zone colpite da questo fenomeno. Siamo di fronte all’azione di cani sciolti, balordi che agiscono il più delle volte da soli. Non hanno arnesi da scasso “professionali”, si armano con ciò che trovano per strada e vanno allo sbaraglio. Quello che possiamo fare è migliorare tutti insieme gli apparati di videosorveglianza e potenziare i sistemi antifurto. In queste ore la Prefettura incontrerà la Camera di Commercio per capire se è possibile sostenere con interventi pubblici un rafforzamento dei sistemi di sicurezza passiva”, ha spiegato il sindaco Antonio Decaro.

Il prefetto Antonella Bellomo conferma: “Abbiamo esaminato il fenomeno e possiamo dire che non c’è una regia unica né una organizzazione malavitosa strutturata dietro queste spaccate. Le forze dell’ordine ora incrementeranno la loro presenza in tutti i quartieri. Rivolgiamo un appello ai commercianti perché denuncino ogni singolo episodio in maniera che si possa tracciare i contorni del fenomeno in maniera chiara e precisa. Nel contempo li invitiamo, lì dove possibile a potenziare i sistemi di difesa passiva e di videosorveglianza”.