Emergono nuovi dettagli sull’assalto al portavalori della Ivri di ieri pomeriggio che ha creato il panico sull’autostrada A14.

Il tentativo da parte dei malviventi non è andato a buon fine. Il sistema di protezione “spuma block” ha infatti avvolto le banconote in una resina resistente al taglio e alla bruciature.

Il sistema di protezione si è attivato appena gli assaltatori hanno cominciato a tagliare il portellone del mezzo blindato con un flessibile. I rapinatori avrebbero portato via solo pochi spiccioli.

Il colpo è stato orchestrato da otto banditi armati con kalashnikov, che hanno sparato numerosi colpi, cosparso l’asfalto di chiodi e hanno bloccato la circolazione con auto incendiate sull’autostrada A14, tra Cerignola e Canosa di Puglia.

Secondo le indagini, ad agire potrebbe essere stata la stessa banda di che lo scorso 24 luglio, nella stessa zona, ha tentato un altro assalto fallito per il passaggio di un mezzo della polizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here