Un risarcimento di 34mila euro per una ex dipendente del Comune di Bari. La decisione arriva dal Tribunale di Bari con una sentenza che condanna la Cassa Prestanza a pagare il premio di buonuscita previsto dalla Statuto della stessa Cassa.

La donna, assistita dall’avvocato Luigi Avenia, era iscritta alla Cassa Prestanza da marzo 1983 fino al pensionamento avvenuto nel 2018. Il tribunale di Bari, a seguito di un decreto ingiuntivo del 2019 e dell’opposizione della Cassa, ha condannato l’Ente a risarcire la ex dipendente.

Fino ad ora la Cassa Prestanza è stata condannata a risarcire tre ex dipendenti. Ricordiamo che l’Ente è finito nel ciclone a causa di un buco di 14 milioni di euro che ha lasciato i dipendenti senza buonuscita, nonostante versassero una percentuale del proprio stipendio nella Cassa Prestanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here