Il casus belli del giorno è sicuramente il post durissimo scritto dal Comandante della Polizia Locale di Altamura, Michele Maiullari, diretto al presidente delle Puglia, Michele Emiliano. Maiullari, tra le altre cose, ricorda come, dopo aver contratto il coronavirus, ha dovuto attendere più del dovuto per eseguire il tampone di controllo. Il post del Comandante in realtà va ben oltre il singolo caso specifico, ma dalle parti di lungomare Starita, a Bari, non l’hanno pressa bene. Così, a stretto giro e sempre facebook, hanno replicato.

In merito alle dichiarazioni pubbliche rilasciate dal comandante del corpo di Polizia municipale di Altamura, Michele Maiullari, la direzione generale della ASL di Bari con il Dipartimento di prevenzione precisa quanto segue:

“Come dimostrato da prove documentali, telefonate e testimonianze degli operatori, la ASL di Bari ha provveduto ad espletare correttamente tutte le procedure di sorveglianza epidemiologica a tutela del comandante Maiullari, nonché del corpo di Polizia che dirige, nei tempi previsti.

Il 17 marzo – a seguito di un caso positivo accertato tra gli agenti della polizia municipale di Altamura – sono stati effettuati 28 tamponi. Il 19 marzo a seguito del risultato è stato necessario prescrivere al comandante, come da protocollo, il periodo di isolamento domiciliare dal 19 marzo al 1 aprile. Il secondo tampone di verifica era stato già programmato e prenotato per il 3 aprile ma non è stato possibile effettuarlo in quanto il signor Maiullari – pur essendo chiamato più volte dagli operatori della ASL a bordo della ambulanza dedicata ai tamponi come certificato da messaggi e telefonate perse – non ha mai risposto al telefono. Per tre volte (alle 16.20, alle 16.30 e alle 16.45 del 2 aprile) gli operatori hanno provato a mettersi in contatto, senza riuscirci. Il tampone è stato quindi eseguito soltanto oggi, ma non certo per il sollecito, ma per osservanza rigida delle procedure da parte dei nostri operatori impegnati h 24 nella tutela della salute di tutti.

Il comandante della polizia municipale di Altamura conosce bene il lavoro che la ASL sta facendo in questi giorni sul territorio e la priorità che è stata data agli operatori del servizio essenziale diretto proprio da Maiullari nelle passate settimane proprio a difesa dell’ufficio e dei dirigenti. Prendiamo dunque le distanze rispetto a quanto denunciato e stigmatizziamo tali comportamenti nel rispetto degli operatori sanitari che ogni giorno fanno sforzi disumani per la tutela della salute pubblica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here