Si tratta del 40enne Arcangelo Crescenza e del 37enne Patrizio Pistoia, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, e di un incensurato 28enne, Carlo Argento, tutti di Fasano.

I fatti risalgono al 26 gennaio scorso quando, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare la commissione dei reati contro il patrimonio a Locorotondo, i Carabinieri hanno sorpreso i tre mentre a bordo di un’auto risultata rubata ad Alberobello nel dicembre del 2011, tentavano di impossessarsi di una “Fiat Idea” parcheggiata in strada e oggetto di un altro furto avvenuto sempre a Locorotondo qualche giorno prima.

Nella circostanza i malviventi, allo scopo di sfuggire al controllo, aggredivano i militari venendo definitivamente bloccati e deferiti in stato di libertà. Le successive perquisizioni eseguite consentivano di rinvenire e sequestrare numerose centraline elettroniche per veicoli di varie marche, 2 sterzi modificati, numerosi attrezzi da scasso, guanti in lattice, 2 radiotrasmittenti, nonché oggetti utili al travisamento.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 40enne ed il 37enne sono stati ora associati presso la locale casa circondariale mentre il 28enne sottoposto in regime di arresti domiciliari.

(Comunicato stampa della Procura della Repubblica di Bari)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here