Una periferia difficile, un’età difficile: lavorare nelle cosiddette “scuole di frontiera”, non è mai semplice, il rischio di lasciarsi trascinare dagli eventi è molto elevato, ma ricorrere alla violenza per rimettere ordine in situazioni spesso esasperanti non è la giusta risposta.

Ed è così che il bidello della scuola media in questione ha perso le staffe e ha colpito l’alunno sul viso, dopo che quest’ultimo gli aveva risposto malamente, quando il bidello aveva chiesto a lui e al gruppo di alunni che stavano insieme, nel corridoio, di fare silenzio.

L’episodio sarebbe stato confermato anche da un docente che aveva assistito alla scena. L’uomo è stato denunciato a piede libero per lesioni personali, alle volanti giunte alle 13.50 all’istituto.  Il tredicenne è stato poi portato al Pronto Soccorso, dove gli è stato riscontrato un trauma giudicato guaribile in tre giorni.

Eva Signorile

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here