“Bambini e diritti: un arcobaleno di colori”. È questo il titolo della manifestazione tenuta oggi a Sannicandro dove i bambini dell’Istituto Comprensivo “S. G. Bosco – Manzoni” hanno incontrato le istituzioni, per condividere un momento di riflessione sui diritti di ogni bambino, affinché tutti si impegnino a difenderli e garantirli.

Durante tutta la durata del progetto, iniziato nel 2018, la scuola ha promosso e sensibilizzato la cultura del rispetto per gli altri e la consapevolezza del valore di ogni essere umano. Tutto attraverso la lettura della “Dichiarazione dei diritti dell’infanzia e del fanciullo” e di testi in tema di benessere, educazione, famiglia, inclusione, partecipazione, protezione e la lettura di fiabe classiche che ha permesso di individuare i diritti violati.

Durante la manifestazione finale, che si è tenuta questa mattina al Castello Normanno Svevo di Sannicandro, i piccoli della scuola d’infanzia si sono esibiti con i loro canti, per affermare il diritto al nome e al gioco. Gli alunni della scuola primaria hanno esposto elaborati, frutto di laboratori e attività didattiche svolte in classe. I ragazzi della secondaria di primo grado con un contributo info-grafico si sono soffermanti sul diritto della salute.

“Il nostro Maniero ha accolto le opere di questi piccoli che al meglio riescono a fornire con leggerezza ed efficacia l’operato dell’arte. Noi adulti abbiamo l’obbligo di imparare dai bambini – afferma il sindaco di Sannicandro, Giuseppe Giannone -. Grazie alla loro spensieratezza accolgono le diversità della vita. Questo progetto ha puntato a far capire ai bambini quanto i diritti devono essere uguali per tutti”.

Nella giornata di oggi, oltre al Sindaco di Sannicandro, sono intervenuti L’assessore alla Pubblica Istruzione di Sannicandro, Gianfranco Terzo, Ludovico Abbaticchio, Garante regionale dei diritti del Minore e il Presidente del Consiglio Regionale, Mario Loizzo, che ha illustrato i significati dell’iniziativa, ribadendo il valore morale, culturale, sociale, formativo di un progetto rivolto come pochi ad ogni “classe” scolastica, fin dalla più tenera età ed offrendo libri a scolari e studenti presenti alla manifestazione.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here