Un tempo l’incubo di ogni automobilista era l’autovelox che rilevava però solo l’alta velocità. Adesso con la nuova tecnologia c’è il telelaser, l’aggeggio utilizzato dalla Polizia Locale per rilevare tutti i tipi di infrazione, anche l’uso del cellulare o il mancato utilizzo della cintura di sicurezza.

Ieri, come ogni volta che viene avvistato, vi abbiamo segnalato quello sul lungomare di Bari, all’altezza di Pane e Pomodoro. Siamo andati a controllare quante vittime avesse mietuto e se il cartello d’avviso fosse stato posto alla giusta distanza.

Niente da dire ai poliziotti Locali che hanno fatto nel migliore dei modi il loro lavoro. In tanti sono caduti nella trappola del telelaser, come un turista romano che ha dovuto pagare l’entrata in città circa 28,50 euro, l’ammontare della multa per non aver rispettato i limiti di velocità: 10 chilometri in più dei 50 previsti in quel tratto.

print

2 COMMENTI

  1. Utilizzo errato del italiano. Articolo incomprensibile in alcuni passaggi

  2. Mi chiedo se vogliamo rallentare le auto o fare cassa su qualche automobilista distratto.
    Nel primo caso basterebbero le cunette artificiali, che funzionano tutto il giorno, per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here