Dopo il “black friday” in salsa barese, con la polizia annonaria costretta a sanzionare sei commercianti con multe da mille euro a testa, la questione continua con il “black weekend” di alcune attività commerciali della galleria BariBlu di Triggiano. La polemica viaggia sul web con il commerciante barese Donato Cippone, che dopo aver postato ieri su Facebook una foto degli sconti fino al 50% applicati da H&M, questo pomeriggio ne pubblica un’altra con promozioni del 20% messe in atto su tutta la merce dall’Adidas del centro commerciale alle porte di Bari.

«Nonostante le sanzioni amministrative – scrive Cippone – le grandi catene e i negozi direzionali nei centri commerciali stanno continuando con strafottenza ad applicare sconti dal 20 al 50 per cento. Ci sono i presupposti, per i recidivi, per la chiusura di questi esercizi di 15 giorni oltre alla multa. Ho chiamato la polizia annonaria pregandoli d’intervenire».

Dopo le multe comminate ieri, sull’argomento si era già espressa chiaramente l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Bari, Carla Palone: il regolamento regionale prevede che non possono effettuarsi vendite promozionali nei 40 giorni antecedenti le vendite di fine stagione o i saldi invernali. In Puglia questa tipologia di vendita inizia la prima settimana di gennaio, dunque le multe per chi in questi giorni sta applicando scontistiche particolari sono legittime.

Dello stesso avviso è Alessandro Ambrosi, presidente Confcommercio Bari. «La nostra posizione non può essere che quella del rispetto delle regole – dice Ambrosi – ci sono e bisogna rispettarle. Magari possono non piacere, ma ci sono. Se invece poi decidiamo che queste leggi conviene cambiarle, si mettono in atto le procedure solite per fare in modo che cambino. Chiedere la modifica di un regolamento regionale è possibile ma muoversi contro legge è inammissibile».

Nella diatriba si inserisce anche la Codacons. “Mentre negli Stati Uniti e in Gran Bretagna anche quest’anno si è celebrato il consueto “Black Friday” con sconti eccezionali nei negozi per gli acquisti di Natale – scrivono dal Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori – nel nostro paese i consumi legati alle festività natalizie hanno subito negli anni della crisi economica una abnorme contrazione pari a -8,2 miliardi di euro. Per tale motivo il Codacons rivolge oggi un appello alla Regione Puglia affinché vengano istituite in regione iniziative analoghe a sostegno del commercio e delle famiglie”.

«Chiediamo alla Regione di introdurre anche in Puglia il “Black Friday” per venerdì 11 dicembre, ossia una giornata di offerte speciali e supersconti nei negozi, come forma di sostegno al commercio locale e alle famiglie – spiega il Presidente Carlo Rienzi – in tal modo si consentirà ai cittadini di acquistare regali e altri beni tipici del Natale senza svuotare il portafogli, aiutando il settore del commercio al dettaglio attraverso un valido e forte incentivo ai consumi».

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here