x-default

L’esordio è rimandato ma difficilmente Giacomo Manzari, attaccante barese classe 2000 del Sassuolo, dimenticherà la sua prima convocazione in Serie A.

De Zerbi lo ha infatti portato con sé in prima squadra per la sfida che si è giocata ieri sera al Dall’Ara contro il Bologna, terminata con il risultato di 1-2 per i neroverdi.

Novanta minuti in panchina ma Manzari ha potuto assaporare per la prima volta il grande palcoscenico della Serie A.

Una storia d’amore quella con il Bari durata 10 anni, interrotta solo dal fallimento. Fabio Grosso lo aveva chiamato in prima squadra un paio di volte e tutto faceva presagire al grande salto di qualità.

Il vivaio biancorosso però fu saccheggiato, per Manzari la svolta con l’offerta del settore giovanile del Sassuolo non ancora maggiorenne.

L’ex punta di diamante del Bari Primavera, cercato anche da Juventus, Napoli, Roma e Milan, ci ha messo poco per affermarsi in Emilia. Gol a raffica e fascia da capitano al braccio in pochi mesi.

Numeri che non sono passati inosservati alla dirigenza del Sassuolo. Il 12 maggio la chiamata per allenarsi in prima squadra. Ora l’attesa per l’esordio che potrebbe arrivare nel finale di questo particolare campionato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here