Il Bari perde una grande occasione. Dopo essere stato in vantaggio per quasi 90 minuti, la squadra biancorossa si fa raggiungere nel finale dal Teramo. Al San Nicola finisce 1-1, Vivarini fallisce il sorpasso sul Monopoli al quarto posto e scivola a 10 punti di distanza dalla capolista Reggina.

La pioggia incessante che si è abbattuta questo pomeriggio nel capoluogo pugliese non ha fermato migliaia di tifosi che hanno popolato il San Nicola per sostenere i propri beniamini. A risentirne però è il campo, reso pesantissimo, che non aiutato le giocate dei 22 in campo. Il Bari però da grande squadra alla prima grande occasione passa con il solito Antenucci: al minuto 12′, sugli sviluppi del calcio d’angolo, l’ex attaccante della Spal è il più lesto di tutti a scaraventare la palla in porta. Undicesimo centro in campionato, un impatto devastante di Antenucci alla sua prima stagione con la maglia biancorossa.

Il Bari è padrone del campo, cerca più volte il gol del 2-0 che però non arriva e corre qualche rischio rischio di troppo in difesa sono nei minuti finali del match. La beffa arriva al minuto 90′: in mischia, sempre su azione di calcio d’angolo, Cancelotti riesce ad insaccare la rete del pareggio. Il Bari mette tutto quello che ha nei minuti di recupero, tenta l’assalto finale ma il gol non arriva. I Galletti nel prossimo turno saranno di scena a Rende, fanalino di coda del girone C di Serie C. Una grandissima occasione da sfruttare per riprendere la rincorsa alla Serie B.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here