A febbraio in posa sul red carpet al Casinò di Sanremo per ritirare il premio come eccellenza d’Italia nel campo della ristorazione, oggi catapultati nell’emergenza coronavirus come chiunque altro. Roberto D’Introno e Nicola Palermo sono i titolari del ristorante “Terrazze Monachile” di Polignano a Mare.

I due imprenditori di Gravina, insieme a tutto il proprio staff, pur nella difficoltà generale di questo momento, hanno deciso di non restare con le mani in mano. Insomma, non è vero che siamo tutti nella stessa barca e allora da domani nelle cucine del rinomato ristorante con panorama mozzafiato, verranno preparati ogni giorno 20 pasti caldi che la Caritas distribuirà alle famiglie più bisognose, a quelle a cui l’emergenza sta togliendo anche la possibilità di magiare.

Roberto D’Introno e Nicola Palermo hanno deciso di non limitarsi a quei 20 pasti e di confezionarne almeno altri 10, di più se sarà necessario, che lasceranno su un tavolo all’ingresso del locale.

“Abbiamo pensato anche a quelle persone che non sono nel circuito della Caritas – spiegano i due imprenditori -. A chi si è ritrovato all’improvviso nel baratro diciamo di non vergognarsi. Qui troverete accoglienza e discrezione. Potrete ritirare il pasto e andare via senza che nessuno vi faccia domande. Come si fa in questi momenti a rimanere inermi? Nel nostro piccolo ci siamo messi a disposizione perché sappiamo quanto è drammatico questo momento. Speriamo che il nostro invito venga accolto. Questo è il tempo di essere una comunità e ognuno deve fare la propria parte”. I pasti saranno distribuiti almeno fino al 30 aprile, oltre se necessario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here