Ieri pomeriggio la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre mezza tonnellata di marijuana per un valore di quasi 5 milioni di euro a due scafisti. Il motoscafo sospetto è stato localizzato al largo di Brindisi mentre dalle acque internazionali si dirigeva verso le coste italiane, con la linea di galleggiamento dello scafo particolarmente bassa.

I finanzieri hanno raggiunto il mezzo e gli hanno intimato l’alt. I conducenti hanno inutilmente cercato di aumentare la velocità per sottrarsi al controllo, ma le vedette veloci del Reparto Operativo Aeronavale sono riuscite ad abbordare il mezzo e a fermarne la corsa dopo un breve inseguimento.

A bordo dell’imbarcazione, i militari hanno trovato 67 colli di marijuana. Il mezzo utilizzato per l’illecito traffico, un motoscafo semicabinato lungo 6,5 metri circa, dotato di un potente motore entrofuoribordo, è stato condotto agli ormeggi della Sezione Operativa Navale Guardia di Finanza di Brindisi. I due scafisti, un albanese di 29 anni e un italiano di 33 anni, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti.

La marijuana sequestrata dai finanzieri era confezionata in involucri di varie dimensioni, per un peso complessivo di circa 550 chili e al mercato clandestino avrebbe fruttato al dettaglio quasi 5 milioni di euro.

Anche in questa circostanza è stata attivata una collaborazione operativa e informativa con le Autorità di polizia albanesi. Dall’inizio dell’anno 2018, sono state sequestrate 14 imbarcazioni, oltre 14 tonnellate di marijuana e 35 sono gli scafisti arrestati dalla Guardia di Finanza in Puglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here