“Ho prenotato l’esame tramite il portale Puglia Salute, ho anche ricevuto la mail di conferma e stampato il modulo di prenotazione con i miei dati, ma quando mi sono presentato perfettamente in orario, mi è stato detto che non potevano farmelo, che non sono convenzionati per lo spermiogramma, e che non ero il primo a presentarmi da loro per quell’analisi di laboratorio”. In sintesi, la disavventura di Paolo, è questa.

Dopo aver preso una mattina di permesso al lavoro e aver imprecato per trovare parcheggio, si è presentato alla clinica Santa Maria col modulo di prenotazione della Asl in mano, prenotazione per cui aveva anche ricevuto la mail di conferma dal sistema, ma è rimasto con un palmo di naso. Oltre alla beffa, il danno, perché la prenotazione può essere disdetta fino a 48 ore prima dall’appuntamento.

“Non è tanto o solo per il tempo perso – spiga Paolo -, quanto per il fatto che adesso mi aspetto di ricevere a casa, non so quando, anche il pagamento della prestazione con eventuali more per non essermi presentato, perché così risulta nel sistema, ma non è assolutamente vero dato che ero là”.

“Dall’accettazione mi hanno fatto parlare con un medico del laboratorio – aggiunge – ma mi è stato detto che sono già successi altri casi uguali al mio in passato. Se la clinica non è convenzionata per questo esame, per quale motivo il sistema di prenotazione me la propone? Per me un posto vale l’altro, sarei andato altrove”.

Navigando sul portale della Asl, con una certa fatica abbiamo trovato l’elenco delle strutture private convenzionate; la clinica Santa Maria effettivamente figura nel file exel che abbiamo scaricato, sebbene non siano indicati gli esami che vi si possono effettuare in convezione e dunque, di fatto, così com’è serve solo a recuperare il numero di telefono e l’indirizzo come si faceva una volta con l’elenco della Sip, tutte informazioni che si recuperano molto più velocemente con Google.

Abbiamo provato a cercare le stesse informazioni sul sito della Clinica Santa Maria, Gruppo GVM, ma anche qui le notizie che abbiamo recuperato non sono state sufficienti a chiarire i dubbi del caso, così sabato pomeriggio ci siamo messi in contatto con l’ufficio stampa del Gruppo e dell’Azienda Sanitaria Locale.

“Tramite il portale Puglia Salute, gestito da Innova Puglia, è possibile prenotare migliaia di prestazioni – ci ha fatto sapere la Asl – dalle verifiche è emerso che Clinica Santa Maria o comunque il Gruppo Gvm ha trasmesso per errore il codice relativo allo spermiogramma, che è stato così caricato sul sistema, ma quell’esame non è previsto in convenzione con il Sistema sanitario regionale”.

“Abbiamo provveduto a correggere l’errore, sul sistema non si può più prenotare. L’utente può stare tranquillo, nessuno gli chiederà mai quei soldi proprio perché è un esame che può essere fatto solo pagando. Si è trattato di un errore materiale non nostro che abbiamo provveduto a correggere”.

Clinica Santa Maria, per il tramite dell’ufficio stampa del gruppo Gvm a cui fa capo, ha eseguito le stesse verifiche: “Ospedale Santa Maria di Bari da sempre effettua questo esame (spermiogramma), così come tutte le prestazioni di PMA, in regime di solvenza. Dopo il reclamo, la Direzione della struttura ha effettuato tutte le verifiche ed è emerso un errore nei codici prestazione inseriti. Provvederemo a contattare l’utente per dargli la possibilità di effettuare la prestazione in regime di convenzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here