“Senza l’aiuto e le gentilezze della conducente dell’autobus e dei 4 verificatori non so come sarebbe andata a finire. So bene che è il loro lavoro, ma non tutti lo fanno nello stesso modo e quindi volevo dirvi grazie, grazie di cuore”. A parlare è una donna di 79 anni, che ha visto cadere il marito dopo aver timbrato il biglietto sul bus numero 2, che da Japigia avrebbe dovuto portarli in centro.

L’uomo un 84enne, è finito a terra e ha battuto violentemente la testa. L’autista del bus Amtab, una donna, ha subito fermato il mezzo per prestare i primi soccorsi all’anziano. Nelle fasi concitate, in attesa dell’arrivo del 118, la moglie della vittima è stata consolata dai 4 verificatori in servizio. “Sono stati premurosi e gentili – spiega la donna – senza il loro intervento sarei certamente svenuta. Non ero lì mentre mio marito era in evidente difficoltà”.

L’episodio è successo questa mattina intorno alle 8.30. I due anziani erano saliti sul bus in via Peucetia, al quartiere Japigia. Pochi metri dopo, il tempo di timbrare i biglietti, l’anziano ha perso l’equilibrio ed è caduto. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. Scongiurate gravi conseguenze, è stato deciso di non trasportare la vittima in ospedale.

“Spero che tutto il personale del trasporto pubblico barese – aggiunge la donna – possa prendere esempio dal comportamento dei loro colleghi. Mio marito sarebbe potuto cadere dappertutto, per fortuna è successo a bordo di quel bus Amtab”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here