Positivo al coronavirus e asintomatico va a lavorare per paura di perdere il lavoro. È accaduto a Bari in un ristorante del quartiere Libertà. Il giovane 21enne è stato denunciato per violazione degli obblighi di quarantena.

Il giovane era risultato positivo il 29 maggio e insieme ad altri 9 famigliari era stato meso in quarantena. Durante un controllo della Guardia di Finanza, all’appello mancava solo il 21enne che è stato poi rintracciato sul luogo di lavoro.

Stando alle prime indagini, il datore di lavoro e i suoi colleghi, non erano a conoscenza della situazione del giovane. La Asl ha effettuato i tamponi a tutti i dipendenti del locale e al gestore e potrebbe anche disporre la chiusura temporanea del locale. Nel frattempo nessuno ha manifestato sintomi e il 21enne, stando alle prime indagini, non avrebbe avuto contatti con i clienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here