La nuova sede del Consiglio regionale - foto di repertorio

La sezione Lavori pubblici della Regione Puglia mette una pezza allo spreco di denaro e taglia le spese previste per le famigerate plafoniere d’oro previste nelle nuova sede del Consiglio regionale. Per farlo, però, è stata necessaria l’apertura di un’inchiesta della Corte dei Conti, oltre naturalmente alla figuraccia in diretta nazionale su “Non è l’Arena” di La7.

Sono infatti stati annullati gli atti precedenti ed elaborati nuovi documenti della Direzione lavori, su richiesta del Rup, il Responsabile unico del procedimento. Il costo per ognuna delle circa 1700 plafoniere è così sceso da 637 euro e 11 centesimi a 307,21. Il danno erariale di 600mila euro quantificato dagli inquirenti è stato così scongiurato.

Dunque, si va verso l’archiviazione dell’indagine, ma è stato necessario l’intervento della magistratura contabile, della Procura e della Guardia di Finanza per evitare un mare di denaro pubblico andasse sprecato. I militari proprio di recente tornati negli uffici della Regione per acquisire nuove carte in merito a tutta la faccenda.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here