Ha avvicinato una 16enne, apparentemente con l’intenzione di rassicurarla, per poi infilare la mano sotto la sua camicetta e palparla contro la sua volontà. I fatti, avvenuti nella tarda serata dello scorso lunedì all’esterno di un locale di Ruvo di Puglia notoriamente frequentato da giovani, hanno portato all’arresto di un 67enne pensionato, con l’accusa di violenza sessuale.

L’uomo si era avvicinato alla ragazza, in lacrime per un alita con il fidanzato, e le aveva dapprima accarezzato il volto, poi rivolto apprezzamenti estetici diretti. Non appena l’anziano è passato ai palpeggiamenti, la 16enne ha urlato a squarciagola, attirando l’attenzione dei suoi amici, presenti all’interno del bar.

I giovani hanno bloccato l’uomo, evitando sul nascere la sua fuga, e chiamato i carabinieri. I militari, condotto in caserma l’uomo e sentita la vittima, hanno acclarato la violenza sessuale consumata e arrestato il pensionato, per il quale sono scattati gli arresti domiciliari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here