Le fiamme gialle hanno individuato il carico in un autotreno sospetto: gli stupefacenti erano nascosti all’interno del mezzo, tra scatole di grissini. In base alle valutazioni effettuale dalla guardia di finanza si tratta di eroina con un elevato grado di purezza. Il veicolo aveva una regolare bolla di accompagnamento ed era diretto a Lancashire, una contea dell’Inghilterra.

A bordo dell’autotreno c’erano i due autisti: un irlandese di 42 anni e uno scozzese 32enne. Entrambi sono stati arrestati con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e contrabbando doganale. Il carico da 20 milioni di euro è stato sequestrato insieme all’autoarticolato sul quale la merce è stata trasportata.

Lo scorso 8 ottobre, sempre nel porto di Bari, un carico di 600 chilogrammi di marijuana, dal valore di 4,5 milioni di euro, è stato bloccato dalla gdf: era trasportato a bordo di un camion, proveniente da una motonave dall’Albania. Dall’inizio dell’anno sono state sequestrate oltre 2,5 tonnellate di sostanze stupefacenti arrivate nel porto di Bari.

26 novembre 2012

Margherita Micelli Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here