“Nel caso sia necessario avvicinarsi a una processione o comunque ad un luogo in cui vi sia raccolta moltitudine di persone, occorre ridurre, dico ridurre, la velocità, qualunque sia il codice di invio in modo da rendere visibile un comportamento prudente e non uno aggressivo che possa scatenare il panico da chi è stato già raggiunto da messaggi preoccupanti”. E questo perché il furto delle due ambulanze all’associazione O.E.R. Onlus di Bari, ha scatenato la psicosi attentati, anche attraverso bufale su wathsapp. Neppure le parodie sono servite a rasserenare gli animi.

La disposizione arriva dalla Centrale Operativa del 118 barese, a firmarla è il direttore Gaetano Dipietro. Oggetto? Furto ambulanze e messaggi su Facebook. Destinatari sono i medici della Centrale, ma soprattutto gli autisti delle ambulanze del servizio di emergenza e urgenza, per mano del coordinatore Antonio Dibello. Piano, bisogna andare piano, perché “La coicindenza di segnalazioni legate al furto di due ambulanze con il periodo pasquale e con le processioni ad esso collegate, fa aumentare la preoccupazione nella cittadinanza tutta e nelle forze di polizia”

LA COMUNICAZIONE INTEGRALE – La coicindenza di segnalazioni legate al furto di due ambulanze con il periodo pasquale e con le processioni ad esso collegate, fa aumentare la preoccupazione nella cittadinanza tutta e nelle forze di polizia. Ti prego di amplificare questa nota specialmente agli autisti dei mezzi di soccorso.

In occasione di avvicinamento a luogo evento, malore o incidente, l’autista di ogni singolo mezzo cerchi ogni via alternativa che lo porti lontano dalla folla. Nel caso sia necessario avvicinarsi a una processione o comunque ad un luogo in cui vi sia raccolta moltitudine di persone, occorre ridurre, dico ridurre, la velocità, qualunque sia il codice di invio in modo da rendere visibile un comportamento prudente e non uno aggressivo che possa scatenare il panico da chi è stato già raggiunto da messaggi preoccupanti.

Obiettivo principale è quello di raggiungere  il paziente nelle migliori condizioni possibili. Ho disposto anche che il medico di centrale, per ogni turno, curi l’amplificazione di questa disposizione. Inolre se si è costretti ad avvicinare un assembramento di persone, un operatore di Centrale o il medico, curerà per quanto possibile di chiamare la Polizia Municipale, avvisando dell’intervento in corso.

Stampa Articolo
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here