Sulla tratta Mungivacca –Adelfia entra in funzione il sistema di sicurezza che permette a treni e binari di comunicare tra loro in tempo reale.

Nei primi 12 km della linea Putignano – Bari (via Casamassima) da oggi è attivo il SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno ) che fornisce il controllo della velocità massima, istante per istante, in relazione ai vincoli posti dai segnali luminosi presenti lungo la linea, dalle caratteristiche dell’infrastruttura e dalle prestazioni del treno.

Entro la fine dell’anno il nuovo sistema di sicurezza SCMT sarà installato anche sulla tratta Adelfia –Putignano dove è attualmente in funzione il blocco conta assi.

Grazie a questa importante innovazione tecnologica, i treni di Ferrovie del Sud Est potranno superare il limite di velocità di 50km/ imposto dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) e percorrere in appena un’ora la linea da Putignano a Bari Centrale (via Casamassima).

Lungo la tratta Mungivacca-Adelfia sono stati eliminati anche tre passaggi a livello nei comuni di Bari, Valenzano e Adelfia.

Il sistema è composto da un Sotto Sistema di Terra (SST), installato sui binari, che ha il compito di trasferire a bordo del locomotore, tramite dei punti informativi chiamate boe, le informazioni sull’aspetto del segnale e sulle caratteristiche della linea, e da un Sotto Sistema di Bordo (SSB), installato sul locomotore, composto da un computer che ha il compito di elaborare le informazioni acquisite dalle boe e che è in grado di comandare la frenatura di servizio o di urgenza nel caso in cui vengano superati i vincoli di marcia controllati dal sistema

Il valore economico degli interventi effettuati sulla tratta Mungivacca-Adelfia, finanziati dalla Regione Puglia, è di circa 40 milioni di euro e comprende anche il rinnovo dei binari e l’elettrificazione della linea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here