Qualcuno non ha la licenza, altri vendono merce che non potrebbero, c’è chi “prende in prestito” la licenza di un amico o parente. I più numerosi sono quelli che hanno la licenza itinerante, ma presidiano da una vita zone del lungomare.

Sono gli abusivi o semi-abusivi delle grattamarianne, delle birre sudate o degli spring (spritz) a 2 euro, accompagnati da una moltitudine di snack.

Nei giorni scorsi sono state elevate sanzioni per un ammontare di 12mila euro a venditori di birre e patatine da San Girolamo a Torre a Mare. L’operazione, ma soprattutto la promessa fatta dalla Polizia Locale di passare al setaccio gli oltre 42 chilometri di costa barese, non è passata inosservata.

Siamo andati a San Cataldo per sentire cosa ne pensano alcuni storici venditori itineranti che in realtà presidiano da anni la loro mattonella. Ognuno di loro nel tempo ha accumulato una gran quantità di multe, ma a quanto pare nessuno ha intenzione di pagarle.

L’intenzione è quella di prendere una licenza diversa, ma dopo la batosta del covid si può aspettare ancora, invocando la clemenza dei controlli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here